Tuscan Collections

HomeNotizieLe Arti dei Metalli nell’Oltrarno Fiorentino. Immaginari formali tra storia e fascino contemporaneo

di Arch. Gabriele Goretti

L’ingresso nel centro storico di Firenze dalla Porta di San Niccolò ha un sapore antico ricco di fascino e mistero. La via mantiene quel selciato vissuto e autentico che solo i rioni ricchi di storia e di vita vissuta conservano.

L’identità del quartiere dell’Oltrarno fiorentino è legata alla storia delle Arti e dell’alto artigianato che ha reso Firenze famosa nella storia e nel contemporaneo. Quasi come “tappe” di un percorso da favola, da storia di altri tempi, le botteghe si palesano al visitatore nella loro bellezza e nei loro immaginari, facendo intravedere segreti e pratiche plurisecolari.

L’arte della lavorazione dei metalli preziosi, ora per la gioielleria ora per eleganti suppellettili e ornamenti per la tavola, rappresenta un’esperienza di assoluto rilievo, unendo il fascino della storia e dell’immaginario dell’artigiano rinascimentale, alla ricerca contemporanea nello stile e nell’innovazione formale. Oggetti iconici frutto di un passato glorioso ma che ben si sposano a concept di arredo “transitional”, che uniscono classico e gusto attuale. Alta gamma raffinata che spesso abbraccia tagli ironici e irrilevanti, per un cliente raffinato e sempre alla ricerca di nuove esperienze estetiche.

Il fascino dell’alchimista rinascimentale della Bottega Museo di Alessandro Dari, in via San Niccolò, rappresenta una prima tappa imperdibile di questo viaggio nelle emozioni. Oggetti che uniscono arte del gioiello, ricerca nei materiali e sistemi meccanici portano il cliente in una dimensione onirica che ricorda gli automi e le ricerche della pietra filosofale del tardo Rinascimento.

Lo storico negozio di Gioielleria Pagliai, in Borgo San Jacopo, sviluppa “bestiari” affascinanti in argento e altri metalli preziosi. Forme iconiche che rimandano ai divertissements della corte medicea, che assumono un forte valore emozionale nel mercato del lusso contemporaneo.

A pochi isolati, nella bottega NOI Gioielli all’ombra dell’antica chiesa di Santa Felicita, si riscoprono immaginari marini trasferiti in pendenti e gioielli incastonati di perle e pietre preziose.

Infine, come gran finale, ci addentriamo nel rinomato laboratorio di oggetti di argento Brandimarte che propone collezioni di oggetti per la tavola e suppellettili per la casa che sposano concetti dal sapore aristocratico e dal gusto antico a un gusto contemporaneo tratti stravagante, ricco di estro e personalità.